Manuale di sopravvivenza per Blackout

Ti serve aiuto? Migliora le tue prestazioni con questa raccolta di consigli per Blackout.

by Call of Duty Staff on October 12, 2018

Blackout è una nuovissima esperienza di Call of Duty®: Black Ops 4 che può metterti a dura prova. Va ben oltre il livello di sfida offerto da una partita multigiocatore Deathmatch a squadre o Dominio. Sappiamo quanto è difficile sopravvivere contro un'orda di nemici nella mappa di Call of Duty® più grande di sempre, combattendo con armi trovate casualmente sul campo di battaglia. Ecco perché abbiamo compilato un elenco di consigli corredati da video esplicativi.

Per planare più rapidamente e più lontano dopo esserti lanciato, vai subito in picchiata per acquistare velocità e allineati parallelamente al suolo. Sarà più semplice evitare i nemici o, se preferisci, atterrare proprio accanto a loro..|
Atterra in una zona isolata e non contrassegnata per cercare bottino in relativa sicurezza.

  • Gli zaini raddoppiano il numero di oggetti che puoi portare con te. Se vuoi sopravvivere a lungo, procuratene uno al più presto.
  • Le specialità sono utili e durano abbastanza a lungo. All'inizio ti conviene usare Saccheggiatore (per vedere gli oggetti anche attraverso i muri) o Forestiero (diventi più veloce e meno vulnerabile ai danni quando sei fuori dal cerchio di combattimento).
  • La salute (primo soccorso, kit medici e kit anti-traumi) è fondamentale per la sopravvivenza. Ricorda di curarti sempre dopo aver subito dei danni.
  • Usa entrambi gli slot per le armi per avere più varietà ed essere pronto a qualsiasi combattimento. Scegli mitragliette e fucili a canna liscia per gli attacchi a corto raggio, o di fucili di precisione e mitragliatrici leggere per quelli a lungo raggio.
  • Le munizioni non sono mai troppe. Prendile. Tutte quante.
  •  Se sai che in una stanza si nasconde un nemico, le granate stordenti sono perfette per iniziare lo scontro in vantaggio.
  • Con il Rampino puoi raggiungere luoghi altrimenti inaccessibili e spostarti molto più in fretta.
  • Di solito il bottino migliore si trova nelle casse di rifornimenti. Ma sai dove puoi procurartene altro? Dagli zombi morti.
  • Se ti trovi all'interno del cerchio di combattimento, portati in alto (per esempio ai piani superiori degli edifici o sopra i tetti) per tenere sotto controllo i nemici in arrivo.
  • I veicoli sono perfetti per spostarsi rapidamente sulla mappa. Ma sono anche rumorosi: il nemico si accorgerà subito del tuo arrivo.
  • Quando giochi in coppia o in un quartetto, la comunicazione a livello di squadra è cruciale. Segnala quello che vedi, dove ti stai dirigendo e, se hai bottino extra, quello che puoi condividere. Utilizza le coordinate della bussola per fornire indicazioni più precise.
  • In assenza di edifici da usare come riparo, le aree in ombra sono una buona alternativa. Per quanto possibile, evita di restare allo scoperto.
  • Per scongiurare il rischio di entrare in un'area pericolosa, fai una breve perlustrazione dalla distanza usando un'arma munita di mirino telescopico.
  • Per perlustrare in modo molto più rapido ed efficace, l'auto da ricognizione è la scelta migliore. Puoi vedere in tempo reale tutto ciò che le telecamere dell'auto riprendono durante il tragitto. Dei nemici sono appostati dentro una casa? Scopri i punti esatti in cui si sono nascosti e pianifica il tuo assalto di conseguenza.
  • Attenzione alle porte aperte o alle finestre rotte. Segnalano sempre il passaggio di qualcuno, perciò tienine conto.
  • Spesso hai la possibilità di ingaggiare o meno un nemico. Se pensi di farcela, entra in azione e risolvi il problema. Altrimenti, lancia una granata fumogena per sparire e attendere un momento migliore.

Tutti questi consigli potrebbero ucciderti, ma il migliore è sempre uno: gioca. Più partite Blackout disputi, più esperienza accumuli e più capisci cosa fa per te oppure no. Vuoi saperne di più? Visita il blog di Call of Duty e leggi il nostro post dedicato alle decisioni da prendere in Blackout. Per fare esperienza, entra in partita e mettiti al lavoro.